Come pulire il vetro del camino o della stufa: i metodi più efficaci e veloci

Come pulire il vetro della tua stufa a pellet: scopri i metodi più efficaci


Come pulire il vetro della mia nuova stufa a pellet? Ecco una delle prima domande che ci poniamo non appena accendiamo la nostra nuova fedele compagna di riscaldamento della nostra casa.

Esistono molteplici modi per eliminare il fumo, la fuliggine e la cenere che rendono il nostro vetro nero e non ci permettono di ammirare la meravigliosa fiamma della nostra stufa a pellet: non è solo questione di estetica: pulire il vetro correttamente e con costanza ti permette di salvaguardare l’integrità delle guarnizioni evitando quindi consumi eccessivi dovuti ad un maggior ingresso d’aria nella camera di combustione.

Importante: prima di procedere con la pulizia assicurati che la stufa o il caminetto siano spenti e che il focolare interno ed il vetro siano freddi.

La pulizia del vetro della stufa

La cenere: come pulire il vetro del camino con prodotti naturali

Se anche tu hai a cuore l’ambiente e preferisci non affidarti all’uso di sostanze chimiche e ti chiedi come pulire il vetro del camino con prodotti naturali, abbiamo la soluzione per te.

Con il primo metodo che ti proponiamo è sufficiente utilizzare la stessa cenere prodotta dalla combustione: contiene grandi quantità di carbonato di sodio e di potassio e – come sapevano bene le nostre nonne – può essere una valida alleata per la pulizia della casa e non solo.

Cosa ti serve?

  • baccinella
  • acqua
  • un po’ di cenere
  • carta assorbente da cucina o un panno morbido

Inumidisci la carta assorbente con l’acqua e passala sulla cenere creando uno strato sottile. Strofina la carta sul vetro fino a rimuovere completamente i residui. Quindi risciacqua il vetro e asciugalo con altra carta o un panno pulito.

Come pulire il vetro del camino con la cenere

La cenere è un prodotto naturale, a costo zero ed estremamente efficace per pulire il vetro del caminetto o della stufa. Vediamone un altro molto semplice da realizzare.Scopri tutti i prodotti Pasian

Acqua e ammoniaca: il vetro nero della stufa a pellet torna a brillare

Pulire il vetro nero della stufa a pellet o del caminetto con acqua e ammoniaca può rivelarsi un ottimo metodo, veloce e risolutivo.

Cosa ti serve?

  • baccinella
  • spruzzatore
  • acqua
  • ammoniaca
  • qualche strappo di carta assorbente da cucina o un panno morbido

Riempi uno spruzzatore con una soluzione di acqua e ammoniaca, in parti uguali. Spruzza il contenuto nella parte interna del vetro e pulisci con la carta assorbente o un panno morbido. Su punti particolarmente ostici, prima di strofinare lascia agire la soluzione per qualche secondo.

È meglio attendere qualche secondo in più e non cedere alla tentazione di utilizzare spugne troppo abrasive per accelerare la pulizia, potresti correre il rischio di graffiare il vetro!

Abbiamo visto come la cenere e l’ammoniaca siano efficaci per contrastare e risolvere il problema del vetro della stufa a pellet macchiato: quali sono le soluzioni alternative in commercio?

Detergente per vetri di stufe e camini, la soluzione dedicata

Sul mercato esistono diversi pulitori per vetri di stufe e camini, che rimuovono efficacemente tutti i residui di catrame e fuliggine.

È sufficiente spruzzare il prodotto e lasciare agire qualche secondo (o qualche minuto in caso di incrostazioni particolarmente resistenti) e passare con un panno asciutto prestando attenzione a non lasciare aloni.

Alcuni detergenti particolarmente forti danno un risultato eccezionale, tuttavia alla lunga possono finire col deteriorare la guarnizione della porta della stufa.

Come non fare annerire il vetro della stufa a pellet: qualche consiglio utile

Abbiamo visto che le soluzioni fai da te e i prodotti in commercio per la pulizia del vetro funzionano adeguatamente. Vuoi anticipare il problema e ti chiedi come non far annerire il vetro della stufa a pellet o del caminetto? Purtroppo questo non è possibile: il vetro, prima o poi, si annerirà. Puoi fare in modo, però, che resti pulito più a lungo.

Come? Scegliendo:

  • combustibili di qualità – è fondamentale, per una buona combustione, scegliere legna e pellet di qualità. Un fuoco che arde bene consuma meglio i fumi prodotti e genera meno residui. Leggi questi articoli per scegliere il pellet migliore e la legna più adatta
  • stufe e camini di ultima generazione – molti modelli dispongono di vetro ceramico ventilato all’interno del focolare: il vetro viene costantemente lambito da un flusso d’aria che impedisce a fumo e fuliggine di depositarsi mantenendolo pulito più a lungo
Come pulire il vetro del camino o della stufa a pellet

Perché non diventi una grossa seccatura, la pulizia va fatta con una certa regolarità; in questo modo puoi evitare il formarsi di incrostazioni più difficili da rimuovere.

Come pulire il vetro del camino o della stufa: i migliori rimedi per tornare a godersi il fuoco

Se hai da poco acquistato una stufa o stai pensando ad un caminetto chiuso tutto nuovo, prima o poi dovrai fare i conti con il problema del vetro annerito da fumo e fuliggine. Nessuna paura: abbiamo visto come la pulizia sia davvero semplice utilizzando piccoli accorgimenti. Puoi usare infatti la cenere o l’ammoniaca per far splendere il vetro o, se preferisci, puoi optare per pulitori in commercio pensati ad hoc. Attenzione però ai detergenti troppo aggressivi, che rischiano di deteriorare le guarnizioni.

Oggi, le migliori stufe a pellet ed i camini più performanti utilizzano sistemi di areazione che fanno sì che il vetro resti pulito più a lungo. Se vuoi che questi apparecchi rendano al massimo delle loro potenzialità, punta sempre alla qualità dei combustibili: un buon pellet e dell’ottima legna ti garantiscono maggiore resa e minori residui. Ciò si traduce in manutenzione e pulizia più semplici e più economici.

Apparecchi di qualità come i prodotti Pasian hanno un focolare con una combustione ottimale che riduce notevolmente l’incremento dell’annerimento del vetro.