il conto termico 2016 per le stufe a pellet

 

Il Conto Termico 2.0

Il nuovo Conto Termico 2016 è entrato in vigore il 31 maggio 2016 e semplifica notevolmente la procedura per la richiesta di un contributo in denaro per la nuova installazione di stufe, termocamini e caldaie a biomassa che rispondano a particolari requisiti e che siano installate in sostituzione di impianti di riscaldamento esistenti. Il Conto Termico 2.0 è un'evoluzione del Conto Termico introdotto dal Decreto Ministeriale del 28/12/2012.

Quali sono le novità del Conto Termico 2016

Il nuovo Conto Termico 2.0 amplia le modalità di accesso e dei soggetti ammessi all'incentivo, riassumendo in 3 punti:

  •     l'incentivo non superiore a 5000 € viene erogata in un'unica soluzione entro 90 gg dall'attivazione del contratto
  •     nel caso di importi superiori a 5000 €, si riceverà la prima rata entro 90 gg e la seconda l'anno successivo
  •     sono ammesse, oltre al bonifico, anche modalità di pagamento online (come carte di credito)


Quali soggetti possono richiedere l'incentivo

Al Conto Termico sono ammessi :

  •     Le amministrazioni pubbliche che includono anche gli ex Istituti Autonomi Case Popolari, le cooperative di abitanti iscritte all’Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi costituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, nonché le società a patrimonio interamente pubblico e le società cooperative sociali iscritte nei rispettivi albi regionali che possono richiedere l’incentivo per interventi di incremento dell’efficienza energetica e per interventi di piccole dimensioni relativi a impianti di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza.
  •      I soggetti privati ovvero persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario, per i quali sono destinati incentivi solo per gli interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza;


Accedono all'incentivo Conto Termico 2016 interventi per:

  •     Sostituzione di impianti esistenti e vecchi apparecchi di condizionamento invernale alimentati a gasolio, olio combustibile, GPL o biomassa, con generatori a alta efficienza energetica alimentati da fonte rinnovabili quali caldaie, stufe e termocamini a biomassa;
  •    Interventi di incremento dell'efficienza energetica in edifici esistenti, quali la coibentazione pareti e coperture, sostituzione serramenti, illuminazione d’interni etc. L'elenco di tutti gli interventi che accedono al conto termico è consultabile sul sito internet del GSE Gestore Servizi Energetici.


Il calcolo del contributo

Il contributo può coprire fino al 65% delle spese sostenute per realizzare l'intervento, varia a seconda di alcuni parametri:

  • potenza nominale dell'impianto, ovvero la somma delle potenze nominali degli impianti oggetto dell’intervento
  • emissioni di polveri in atmosfera rilasciate dall'impianto
  • zona climatica in cui sarà installato il prodotto


Clicca qui per vedere a quale zona appartiene il tuo Comune


Guida alla richiesta dell'incentivo

Per accedere al contributo il soggetto responsabile dell'intervento, o un suo delegato, deve compilare in ogni sua parte la relativa richiesta sul portale informatico Portaltermico GSE (Gestore Servizi Energetici), entro la scadenza di 60 giorni dalla data di termine dei lavori dell'impianto.

Per gli interventi ancora da realizzare da parte delle PA e delle ESCO che operano per loro conto, è possibile inoltrare una richiesta di prenotazione dell'incentivo. Una volta approvata, il GSE procede a impegnare a favore del richiedente la somma corrispondente all'incentivo spettante.
 

Quali prodotti usufruiscono del contributo


Un prodotto, per rientrare negli incentivi del Conto energetico 2016, deve possedere elevati standard qualitativi e soddisfare stringenti limiti di di rendimento e di emissioni in atmosfera. Ecco l'elenco dei prodotti Pasian che consentono di accedere all'incentivo Conto Termico 2.0 e il relativo contributo massimo, a seconda della zona climatica dell'edificio di installazione dell'apparecchio.

Modello Sistema Potenza kW Incentivo totale massimo previsto in € Certificato
Zona A (600h) Zona B (850h) Zona C (1100h) Zona D (1400h) Zona E (1700h) Zona F (1800h)
FLORA aria 10,18 440 640 830 1050 1270 1350 OK
FLORA Can aria 10,18 440 640 830 1050 1270 1350 OK
ALBA aria 14,65 530 740 950 1210 1470 1560 OK
ALBA Can aria 14,65 530 740 950 1210 1470 1560 OK
OTELLO aria 10,57 570 810 1050 1330 1620 1710 OK
OTELLO inserto aria 10,57 570 810 1050 1330 1620 1710 OK
STEEL aria 10,18 440 640 830 1050 1270 1350 OK
LIA aria 10,57 570 810 1050 13330 1620 1710 OK
GRETA aria 7,8 510 710 900 1150 1400 1480 OK
                   
DEA idro 22,36 750 1065 1380 1750 2150 2250 OK
CPDEA* idro 22,36 750 1065 1380 1750 2150 2250 OK
NINA idro 30,57 830 1170 1520 1930 2350 2450 OK
CPNINA* idro 30,57 830 1170 1520 1930 2350 2450 OK
SOFIA idro 20.47 720 1040 1340 1700 2100 2200 OK
                   

* IMPORTANTE: a partire dal 2 Gennaio 2019 rientrano nel conto termico 2.0 solo i prodotti con CERTIFICAZIONE AMBIENTALE!

Conto Energetico 2016 per stufe a pellet